HomeSiciliaMotoStradeArchivio foto SiciliaEventi & raduniNewsLibri
UsatoMercatino ricambi & accessoriI blogGli albumLink a siti amiciGuestbook
User: Password:    Registrati  -   Hai dimenticato i dati?
Livello superiore: Strade

A 19 autostrada Palermo - Catania


Chi si sposta per la Sicilia la percorre continuamente e chi vi viene in vacanza ci capiterà sicuramente durante gli spostamenti tra una tappa e l’altra. La A19 collega le due principali città dell’isola, Palermo e Catania, ma anche Caltanissetta ed Enna e, in funzione della località di partenza, è il primo tratto di strada per raggiungere quasi tutto il territorio regionale. Insomma, è facile comprendere come questa sia la strada più importante dell’isola.
Sviluppandosi essenzialmente secondo una direzione est-ovest, ci si muoverà insieme al sole o contrariamente ad esso, in funzione del senso di marcia, e potendo scegliere sarà quindi più piacevole dirigersi verso Palermo di mattina e verso Catania alla sera, così da avere il sole sempre alle spalle e non davanti agli occhi.
Partendo da Catania, la A19 si raggiunge dalla tangenziale che raccorda la A18 per Messina e le statali per Ragusa e Siracusa. Subito si presenta la prima area di servizio del Gelso Bianco; la successiva è dopo 66 km. Siamo nella “piana di Catania” e la zona è verde di agrumeti, ma il paesaggio diventa sempre più brullo man mano che ci si sposta ad oriente. Durante il tragitto si nota come la Sicilia sia una regione tutt’altro che pianeggiante. A sinistra la pianura lascia il posto ai Monti Erei, mentre a destra compaiono le ultime propaggini delle Modonie. La strada comincia a salire decisa avvicinandosi ad Enna ma prima di questa uscita ecco presentarsi la stazione di servizio di Sacchitello. Bisogna fare attenzione alla quantità di carburante presente nel serbatoio, la prossima possibilità di fare il pieno è dopo altri 94 km, tranne che si lasci prima la A19.
L’uscita di Caltanissetta annuncia che la metà del percorso è stata coperta e le discese che ne seguono forniscono nuova voglia di proseguire. Si punta dritti verso il mare ma ci vuole almeno un’altra mezzora prima di raggiungerlo lì dove la A19 si congiunge con la A20 che collega Palermo con Messina.



Da qui il blu del mare addolcisce il paesaggio ma l’autostrada si fa, se possibile, ancora più noiosa e trafficata essendoci qui l’area industriale di Termini Imerese. Finalmente l’area di servizio di Caracolli, dove ci si può sgranchire le gambe oltre a fare l’eventuale pieno di carburante.
L’arrivo a Palermo avviene entro un fiume di mezzi e ci si ritrova su Via della Regione che cinge la città tra sé ed il mare.
L’intero percorso è di 200 km circa, percorribile in due ore, e non ci sono caselli. Nel senso opposto di marcia, da Palermo a Catania, vi è un’ulteriore area di servizio, quella si Scillato Sud, a metà strada tra Palermo ed Enna e che rende quindi meno difficile fare il pieno in questo tratto.






Google
 
Web www.siciliaemoto.it


Sviluppato da Tekno Solutions