HomeSiciliaMotoStradeArchivio foto SiciliaEventi & raduniNewsLibri
UsatoMercatino ricambi & accessoriI blogGli albumLink a siti amiciGuestbook
User: Password:    Registrati  -   Hai dimenticato i dati?

Il blog di




La mia prima endurata: Monte Scuderi!

04/06/2011

Finalmente dopo tanta preparazione e manutenzione mi accingo a fare la mia prima uscita in enduro.

Dalle mie parti  per incontrare un po' di sterro ed iniziare a salire su per i monti ci vuole davvero molto poco; l'enduro viene praticamente naturale! :)

Contatto per caso su Facebook il gruppo di "Enduro Peloritano" e quasi immediatamente mi risponde il grande Peppe Maiorana, che mi invita a seguire lui e i suoi amici per un giro soft su per i peloritani, sino a Monte Scuderi

Una passeggiata su strade militari, niente di troppo impegnativo ma comunque abbastanza pesante per un profano panzuto come il sottoscritto, ma nonostante tutto sono sopravvissuto!

Ci incontriamo Sabato mattina a torregrotta, assieme ad un altro ragazzo, Peppe Russo, a cavallo di una bella e capricciosa VOR, mentre Peppe M. è su una Yamaha 250, leggera e selvaggia!

L'idea è di arrivare sui monti, nei pressi della fonte Acqua Lima per incontrare il quarto elemento, Roberto da Messina (Robin), a cavallo della sua fiammante KTM 450; successivamente contiamo di dirigerci verso monte scuderi e scalarlo fino a quando le pietraie permettono.

Entriamo subito nel fiume di Torregrotta, raccordandoci poi con il torrente Niceto e, una volta nei pressi di Liarusa, iniziamo a salire verso Pellegrino.

Le difficoltà del neofità si notano subito: la paura e l'insperienza fanno si che molte vole i ragazzi davanti si debbano fermare per aspettarmi... Fatico come un animale cercando di stare dietro a loro che svolazzano sullo sterro seduti sulla moto e godendosi il paesaggio... e pensare che Peppe R. è solo alla sua terza uscita...

Arriviamo all'appuntamento con Roberto che sono già a pezzi e dubito fortemente di potercela fare a continuare, ma dopo una breve pausa (di cui Peppe R. approfitta per stringere un paio di bulloni della sua "capricciosa") mi riprendo a sufficienza per convincermi che ce la posso fare.

Si riparte verso Monte Scuderi e anche Roberto si dimostra all'altezza degli altri due compagni, facendomi sentire ancora più ultimo :) "Pazienza" penso, "imparerò..."

Superiamo un cancello e sullo sfondo vediamo monte Scuderi. La strada per raggiungerlo è abbastanza facile, anche se tutti la affrontiamo abbastanza tranquillamente dato che in certi punti è franata e non c'è nessuna barriera a proteggere dal baratro... Un piede in fallo e... non oso pensarci!

Siamo ormai a ridosso della cima quando decidiamo di fermarci... La strada si fa molto impervia e io e Peppe R. decidiamo che è il caso di proseguire a piedi, soprattutto per risparmiare energie per il ritorno.

Peppe M. e Roberto (gli scavezzacollo) decidono che possono ancora salire e partono, arrivando fin dove non è più possibile portare ruota (almeno per noi comuni mortali)

Nel frattempo io e Peppe R. iniziamo la nostra scalata a piedi, che non è proprio una passeggiata dato che siamo abbastanza distrutti per la strada e che l'abbigliamento di enduro non è proprio il massimo per scalare una montagna. Fortunatamente il cielo è per lo più coperto quindi non soffriamo molto il caldo.

Arrivati dove gli scavezzacollo hanno lasciato le moto ci concediamo cinque minuti di pausa per riprendere fiato... per arrivare alla cima c'è ancora un pochino di strada e siamo abbastanza stremati per non farcela.

In quei cinque minuti di chiacchere osserviamo la moto di Peppe M., che nel frattempo è scivolata di lato. Purtroppo non ci accorgiamo subito che, essendo sdraiata, sta scaricando benzina dallo sfiato... Al ritorno tutti doneremo un po' della nostra benza per consentire alla selvaggia di riportare il suo padrone a casa.

"Ci sono i cavalli" urla Peppe M. dall'alto... "Salite!"

Facciamo gli ultimi metri che ci portano ai 125m della cima e... Sorpresa: sulla cima piatta che caratterizza monte Scuderi corrono liberi e felici sei cavalli... Non si lasciano avvicinare e se solo ci provi scappano via galoppando... bellissimo, l'immagine della libertò!

Qualche foto di rito e dopo una ventina di minuti passati anche cercando di capire come sono stati portati li quei cavalli, decidiamo di scendere e tornare a casa.

Peppe M. e Robin girano le belve e ripartono, mentre Peppe R. ed io ci avviamo verso le nostre moto che stanno qualche decina di metri più in giù.

Ripartiamo alla volta di casa facendo prima una breve sosta ad una fontanella sulla strada per il monte, poco prima del bivio per Itala... Improvvisamente si sentono più rombi avvicinarsi... Un folto gruppo di enduristi provenienti dal centro Sicilia (e non solo) si dirigono verso monte Scuderi e si fermano alla fontana assieme a noi. In un paio di minuti arrivano una quindicina di moto... quanto traffico in queste montagne :)

Quattro chiacchere, qualche foto di rito e poi si riparte... Stessa strada al contrario.

Arrivati poco dopo l'Acqua Lima salutiamo Robin, che si dirige verso Messina e continuiamo a scendere. È l'una passata e la fame si fa sentire parecchio, amplificata anche dalla stanchezza estrema della gitarella.

Arrivati a Torregrotta ci salutiamo, rinnovando l'appuntamento per la settimana successiva. Mi dirigo verso casa consapevole che nel pomeriggio mi verranno tutti i dolori di questo mondo. Appena mi tolgo il casco e mi guardo allo specchio osservo che per vedere la mia faccia devo levarmi prima due dita di polvere... questo è quello che subisce chi sta sempre dietro ;)

Dovrei lavare la moto ma rimando la cosa al pomeriggio... il mio unico desiderio in quel momento era mangiarmi un cinghiale con tutti gli zoccoli! :)

Nel pomeriggio crollo... Distrutto per la levataccia e la faticaccia, ma sono felice... la voglia di risalire in sella e fiondarmi di nuovo sulle montagne si rifà viva e già non vedo l'ora che arrivi di nuovo Sabato.

Alla prossima...

Dario

PS: tutte le foto: http://operativo.altervista.org/gallery/20110604_endurata_a_monte_scuderi/







Google
 
Web www.siciliaemoto.it


Sviluppato da Tekno Solutions